La storia

 

Regio Esercito: dagli inizi al 1927

Sigla SM oppure S.zio M.re in rosso seguita da un numero seriale in nero. Esistono serie speciali con una lettera suffissa.

SoMre 350 SM 9392
1. Cirenaica 1913 2. L'auto del Generale Diaz (1918)
SM 15959 SM 189 T
3. Autocarro Iª Guerra Mondiale 4. Serie speciale per trattori d'artiglieria, Iª G.M.
SM 258 (moto) MMA 242
5. Una rara moto con targa SM 6. Targa speciale per le Missioni Militari Alleate 
(Iª G. M. fino al 1920 circa).
Identificata grazie al socio Matteo Sabadin

 

Regio Esercito: dal 1927 al 1946

Sigla RE oppure R.o E.to in rosso seguita da un numero seriale in nero. Fino al 1934 il formato e i caratteri delle targhe sono simili a quelli del periodo precedente. Successivamente i formati si avvicinano a quelli delle contemporanee targhe civili. Continuano alcune serie speciali con una lettera suffissa.

Ro Eto 4301 Ro Eto 2542
7. Motototriciclo (1932) 8. Mototriciclo, targa anteriore (1932)
RE 10070 RE 138 A
9. Carro radio SPA25 10. Serie speciale per carri armati
(Carro Fiat 3000, 1932)
Ro Eto 97477 Ro Eto 39624
11. Autocarro (Africa Sett. 1941 ca.) 12. Formato standard per motocicli e autovetture dopo il 1934.
RoEto 8700 rimorchio R0 Eto 10417 rimorchio
13. Formato standard per rimorchi dopo il 1934
da un manuale d'epoca
14. Rimorchio dopo il 1934
Ro Eto 122 B Ro Eto 5320
15. Autoblindo AB41 (Africa Sett. 1942) 16. Carro veloce L3 (Corsica 1943)

 

Esercito Italiano: dal 1946 al 1968

Sigla EI in rosso seguita da una stella verde e da un numero seriale in nero (più una R rossa per i rimorchi). Il formato standard è simile a quello delle targhe civili anteriori al 1952. Per i motocicli, le autovetture da ricognizione e in altri casi dove lo spazio è insufficiente, si conserva il formato standard "piccolo" del Regio Esercito.

EI 47305 EI 69376R rimorchio
17. Formato standard su autocarro 18. Formato standard su rimorchio
EI 68239R rimorchio EI 513 moto
19. Formato piccolo su rimorchio leggero
(cucina da campo)
45. Formato piccolo su moto
EI 92214 ambulanza (foto d'epoca) EI 95144 ant. (foto d'epoca)
46. Esempio di formato standard su ambulanza 
(circa 1970)
20. Esempio di targa anteriore dipinta sul paraurti
(circa 1960)
EI 32829 anteriore EI 314 prova (foto d'epoca)
21. Targa anteriore standard
Fiat 1100/103 dei Carabinieri restaurata
22. Targa di prova
Cingolato da neve (1966)
EI 0103055 EI 025501
23. 24.

Probabilmente queste "strane" targhe con zero prefisso appartengono a un lotto predisposto per veicoli da requisire, mai usato.

 

Esercito Italiano: dal 1968 al 1980

Le caratteristiche fondamentali sono le stesse del periodo precedente. I formati si adeguano a quelli civili più recenti, inizia una nuova numerazione a blocchi di 6 cifre per tutti i veicoli. La R rossa dei rimorchi diventa piccola e posizionata sopra la stella verde.

EI 454064 EI 901209 rimorchio EI 616547 anteriore
25. Autovettura (t. posteriore) 26. Rimorchio pesante 27. Furgone (t. anteriore)
EI 262869 moto EI 851552 rimorchio
28. Moto 29. Rimorchio leggero 30. Esempio di targa in formato motociclistico su AR59

 

Esercito Italiano: dal 1980 al 1996

Targa anteriore e posteriore delle stesse dimensioni, su una riga. La sigla EI in rosso e la stella verde sono seguite da un contrassegno alfanumerico di 3 cifre e due lettere. La modifica non interessa nè i motocicli, nè i veicoli blindati.

EI 955 AX EI 630 CW EI R41 AA rimorchio
31. Tipo standard. Sotto la stella
si intravvede un punzone
con la dicitura EI in verticale
32. Variante successiva senza punzone 33. Rimorchio

 

Esercito Italiano: dal 1996 a oggi

La targa posteriore è più lunga rispetto al periodo precedente, e la disposizione degli elementi cambia. Le due lettere di serie precedono le tre cifre, e fra i due gruppi si interpone un dischetto verde. Esiste anche il modello su due righe. La targa motociclistica, sempre quadrata, diventa alfanumerica, con una lettera e quattro cifre. Rimorchi e macchine operatrici hanno targhe che richiamano, nella disposizione degli elementi, le analoghe civili. 
Dal 2004 circa i veicoli storici che partecipano a varie manifestazioni portano targhe con la sigla speciale EI VS seguita da un numero di 3 cifre

EI CH 181 EI BI 438 rimorchio
34. Posteriore per autoveicoli.
Porta nuovamente il punzone
con la dicitura EI in verticale
35. Rimorchio
EI A 0317 moto EI BE 239 macchina operatrice
36. Moto      47. Macchina operatrice
EI VS 011 EI VS 021 anteriore
43. 44.
targa per veicoli storici

 

Esercito Italiano: veicoli blindati e corazzati

Sigla EI in rosso seguita dalla stella verde e da una granata fiammeggiante in rosso (spesso assente nella targa anteriore), numero di 6 cifre in nero. Le targhe sono quasi sempre dipinte sullo scafo dei mezzi, l'anteriore su una riga, la posteriore su due righe.
L'aspetto è rimasto pressocchè invariato dal 1946 a oggi.

EI 117053 EI 117328 anteriore
37. Targa posteriore standard 38. Targa anteriore su anfibio LVTP-7 (Reggimento Lagunari)
EI 106501 EI 118797
39. Carro M47 (anni '50) 40. Carro Ariete (oggi)
EI 118983 posteriore EI 118983 anteriore
41 e 42. Blindato Renault VAB Reco. Targhe metalliche senza granata.

 


Ringraziamo per le foto:

  • il sito www.ferreamole.it - foto 38, 39, 40, 41, 42
  • i soci Guglielmo Evangelista, Marcello Gallina, Alessandro Libanore, Giancarlo Raposo, Marcello Taverna
  • il socio Fabio Pogliaghi - foto 43, 44
  • il socio Bruno De Benedictis - foto 45, 47
  • le foto d'epoca sono tratte da riviste(soprattutto "L'Illustrazione Italiana") e da annuari militari

Il webmaster si scusa per l'imprecisione dei riferimenti, ma li ha persi..


 

Carabinieri

Si distinguono due periodi.
Del primo, compreso molto approssimativamente fra il 1930 e il 1950, la documentazione è scarsissima:

  • una foto non datata della targa CC RR 6075 su due righe, su una Balilla spider;

  • un'altra foto (Calendario dell'Arma 2006) della targa anteriore CC 7500(?) su una Fiat 508C. La datazione è dubbia, la didascalia parla di "vigilia della II guerra mondiale", ma l'immediato dopoguerra è altrettanto plausibile;
  • infine la targa CC 3009 illustrata qui sotto, con la stella verde che la daterebbe ai primi anni della Repubblica.

Il secondo periodo inizia nel 2000 con l'elevazione dell'Arma dei Carabinieri al rango di quarta Forza Armata. Le targhe sono conformi al modello corrente interforze, con sigla CC in rosso, stella verde sopra un bollo a secco,due lettere e tre cifre in nero separate da un dischetto verde. Il fondo è bianco riflettente. La targa anteriore è più corta della posteriore, quella per moto è pure conforma al modello interforze, con sigla CC. Si noti che i veicoli già in dotazione ai Carabinieri e targati EI sono stati gradualmente "ritargati" mediante l'applicazione di una placca metallica con la sigla CC sovrapposta all'originale EI

 

CC 3009
1. Targa anteriore presumibilmente risalente agli anni 1946-50
CC 770 DF CC BP 544 CC BT 655
2.Esempio di "ritargatura" 3 e 4. targhe posteriori
CC BZ 806 CC A4006 moto
5. targa anteriore 6. moto
CC BT 779 Macc. Op.
7. esiste anche la targa per macchine operatrici

FONTE: AISTA.IT

Benvenuti su targhemilitari.it

Le targhe dell'esercito italiano iniziarono ad essere emesse nel 1947, dopo l'abolizione della monarchia e l'instaurazione della repubblica italiana nel 1946. 

Le targhe dell'esercito emesse prima del 1979 avevano solo numeri disposti su due righe: inizialmente, dal 1946 al 1968, erano 5 numeri, successivamente diventarono 6 numeri. I veicoli corazzati costituiscono un'eccezione dal momento che hanno sempre avuto targhe con 6 numeri. Alcune di queste targhe avevano un sigillo che le legava al veicolo, ma oggi questo non è più in uso, sebbene si ignori il momento in cui fu abbandonato. 

Per consultare la storia delle targhe militari clicca sulla voce di menù "La storia".

Per maggiori informazioni e dettagli va sul sito www.targhe-italiane.it

oppure contattaci al 333.7422995

Menu Principale